L’idraulico e la casalinga vogliosa

Paolo è un idraulico fortunato. Giovane, muscoloso, attraente e con un bel pacco.

Paolo sta riparando un rubinetto di una vecchia signora, che secondo lui, stanno gocciolando da mesi, mentre riceve una chiamata sul suo cellulare.
È una donna sconvolta che piange e singhiozza il telefono. “Mi è scoppiato un tubo in casa e ho acqua dappertutto”, diceva singhiozzando.
Ora, provi a stare calma. È in grado di chiudere l’acqua?“, le chiese, spiegandole dove trovare il rubinetto principale per fermare la fuoriuscita dell’acqua.
Si, l’ho trovato e ora finalmente ha smesso“.
Bene“, le disse. “Sarò da lei entro un’ora. Qual è l’indirizzo?

Lei glielo diede.
Grazie“, disse Paolo. “Ci vediamo presto“.
Finì rapidamente le riparazioni del rubinetto e fece pagare alla vecchia signora un bel conto salato. Beh, lei aveva una grande casa, un’auto nuova ed era stata scortese con lui.

Paolo tornò al suo furgone e mise l’indirizzo nel navigatore satellitare. Si rese conto di non aver chiesto il nome alla donna che piangeva. Dalla voce doveva essere una tipa rozza e forse pure un po’ sovrappeso. Erano solo pochi chilometri e in meno di venti minuti arrivò davanti a una grande casa in una zona molto elegante, dove vivono tutti gli snob benestanti.

Premette il citofono che corrispondeva all’indirizzo che le aveva dato.
Ciao“, disse una voce femminile.
Sono Paolo, l’idraulico“, disse.
Ah, sì. Entra, ti apro subito“.
Quando fu vicino alla porta d’ingresso, lei aprì. Fu sorpreso di vedere una donna snella, molto attraente e con due tette da sballo. La classica casalinga italiana, benestante, non più giovanissima, ma con un fisico da sballo e un aspetto ben curato. Una Milf, insomma.

Ciao“, disse. “Sono Paolo. Non ho chiesto il tuo nome al telefono?“.
Magda“, rispose. “Entra“.

Idraulico e casalinga vogliosa

Paolo trovò velocemente il tubo rotto sotto il lavandino e si mise subito al lavoro. Magda gli parlava mentre lui lavorava. Da sotto il lavandino notò che lei stava osservando con molta attenzione i suoi bicipiti e la sua tartaruga, mentre lui si allungava per stringere il tubo.

Fai palestra, vero?
“Si”, rispose Paolo.

Notò anche che lei aveva già adocchiato il suo pacco sporgente. Lei iniziò ad avvicinarsi.
Paolo adesso poteva vedere le sue belle gambe dalla posizione sotto il lavandino. Si accorse che era senza mutandine.

Casalinga con la figa rasata

Cominciò a sentire un’erezione, causata dalla vista della sua figa bene in vista e si accorse che lei non faceva nulla per nasconderla. Pensò che era molto sexy.
Lui sapeva che lei poteva vedere quanto lui fosse eccitato, dal suo evidente rigonfiamento che cresceva ogni minuto di più.
Si inginocchiò accanto a lui e gli mise una mano sul pacco, sentendo il suo enorme cazzo e iniziò a strofinarlo delicatamente attraverso i jeans. Ora lui aveva una totale visione della sua figa.

Allargò le gambe e fece scendere un po’ il vestito, rivelando le sue tette incredibilmente grandi. “Fanculo questo rubinetto“, disse Paolo mollando gli attrezzi da lavoro, e iniziò a toccarle la figa con una mano mentre con l’altra iniziò a palpare le tette.

Casalinga tettona

Magda iniziò a gemere di piacere. Rapidamente gli aprì i pantaloni esponendo il suo grande cazzo, che lei senza esitare iniziò a strofinare e accarezzare. Paolo non perse tempo e iniziò a leccare e succhiare la sua figa, colpendo il suo clitoride con la sua lingua. Stuzzicando il clitoride, lei iniziò a gemere con piacere. Sentendo come stava godendo e gridando lui spinse più in profondità la sua lingua dentro la figa. Lei gli teneva la testa nella sua figa: “Si, si… mangiami la figa“, gemeva. Spinse un dito sul suo culo. “Si“, urlava “Più forte, più forte“. Sapeva che stava venendo dai respiri veloci. “Oh cazzo, sì, sto venendo“, urlava. Venne su tutta la sua faccia, con un grosso schizzo di succo della sua figa.

Si alzò e scostò il suo viso. Tenendo il cazzo in mano glielo spinse in profondità nella sua gola. Delicatamente iniziò a scoparsi la sua bocca. Lei succhiava e accarezzava le palle, mentre leccava e succhiava avidamente la sua enorme asta.
Ah, sì. succhiamelo tutto“, le ordinò Paolo, mentre le afferrava una ciocca di capelli. Iniziò a pomparglielo sempre più a fondo in gola, che lei quasi soffocava.

Casalinga fa un pompino all'idraulico

La spinse a mettersi a pecorina per terra e le fece scivolare in figa tutto il suo cazzo. Lei gemeva con piacere, mentre lui iniziava a sbattere quella bella, dolce figa. Gemeva ad ogni spinta, e lui intanto che la sbatteva le strofinava delicatamente il culo con il pollice.
Oh siiiii“, si lamentava, spingendo il suo culo verso il pollice.

Fottimi il culo, fottimi il culo“, ansimava lei. Lo tirò fuori dalla sua figa e dispose il suo attrezzo duro verso il buco del suo culo.
Delicatamente, le spinse il cazzo nel culo. Emise un piccolo grido di piacere, sapendo che stava andando più in fondo, sempre più in fondo. Le schiaffeggiò il culo.
Siiii, così…” piangeva e gemeva, mentre si scopava il cazzo dell’idraulico.

Idraulico incula casalinga a pecorina

Paolo iniziò ad accarezzarle la schiena e delicatamente si spinse in avanti a toccarle la figa. Le strofinò il clitoride con la punta delle dita mentre lei gli prese la mano e lo guidò a far entrare le dita nella figa facendola gemere e sussultare con piacere.

Cazzo, sto venendo“, disse lui ansimando. Lasciò uscire un grido di piacere, inarcando la schiena e tirandolo fuori dal culo.
Lei si girò per avere davanti al viso il suo cazzo, aprendo la bocca per ricevere la sua sborra. Cominciò a masturbarsi il cazzo, gemendo mentre gli sparava il carico sulla faccia e in bocca. Se lo prese rapidamente in bocca, non volendo perdere una goccia del suo sperma caldo. Gli succhiò per bene le palle lasciandole asciutte.

Pianse con piacere, mentre pensò che era la migliore riparazione che avesse mai fatto.

Dopo un breve attimo di carezze, Paolo si vestì e finì il lavoro sotto il rubinetto.

Quanto ti devo, Paolo?“, chiese Magda.
La guardò e disse solo: “Un’altra chiamata presto?
Magda sorrise e disse: “Su questo ci puoi contare“.

Gli strinse dolcemente il culo, prima di baciarlo per salutarlo.
A presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *